Gestione e promozione delle attività di sensibilizzazione della società civile

Promozione della partecipazione della comunità sociale ai processi di risocializzazione delle persone sottoposte a sanzioni penali

Promozione e realizzazione di assistenza sociosanitaria ai detenuti ed opportunità lavorative

Il detenuto diventa albergatore 
la scommessa di un ostello

A Bari un Etico hotel. I padri comboniani affidano agli ex carcerati la gestione. "Solo il volontariato e l´associazionismo sociale riescono a incidere in maniera seria sul disagio"

di ANNA PURICELLA

Il detenuto diventa albergatore  la scommessa di un ostelloLa struttura di via Petroni

Si chiamerà Etico hotel, sarà una struttura alberghiera gestita da ex detenuti e condannati a pene alternative. Il progetto della cooperativa sociale Ermetica, nata dall’incontro tra le associazioni Prospettiva legale e Il viottolo, sarà presentato a Bari lunedì 24 ottobre alle 11 nella struttura dei padri comboniani di via Petroni, 101. Dovrebbe essere proprio questo il luogo dove sorgerà Etico hotel: i padri comboniani sono disponibili a cedere parte della loro sede in comodato d’uso gratuito per gli anni necessari ad avviare e far crescere il progetto. 

Etico hotel avrà 34 posti letto distribuiti su una decina di camere, dei quali 6 destinati a ex detenuti senza fissa dimora.  Insieme agli altri, garantiranno agli ospiti tutti i servizi: dalla reception alla pulizia delle camere, fino alla preparazione delle colazioni, alla lavanderia e al giardinaggio. Più che un albergo a cinque stelle sarà un ostello, accessibile alle tasche di una fascia più ampia di turisti e in grado di distinguersi nell’offerta del settore grazie alla sua connotazione ecologica ed etica. Unico intoppo: la necessità di grossi lavori di ristrutturazione e riqualificazione, che le due associazioni non possono sostenere economicamente. 

Se sulla carta l'idea infatti è buona ed è già pronta, nella pratica ha incontrato i primi intoppi. "Abbiamo cominciato con le nostre forze - dice Valentina Novembre de Il viottolo - ma ci siamo resi conto di non potercela fare. Perciò la nostra missione ora è trovare finanziamenti - continua Novembre - e coinvolgere le istituzioni, con le quali abbiamo già avviato un dialogo. L´invito è esteso anche a banche, associazioni e privati". A partire da domani, quando il progetto sarà presentato in una conferenza stampa cui parteciperanno Pietro Rossi (garante dei detenuti della Regione Puglia) e Giuseppe Martone (provveditore per l’amministrazione penitenziaria per la Puglia).

L´iniziativa ha ricevuto già il plauso del sindacato autonomo di polizia penitenziaria, che la vede come risposta valida al sovraffollamento delle carceri: "Solo il volontariato e l´associazionismo sociale riescono a incidere in maniera seria e concreta sulle problematiche che affliggono la società italiana". I tempi per la realizzazione di Etico hotel sono ancora incerti, nella migliore delle ipotesi potrebbe entrare in funzione nel giro di un anno
 

(22 ottobre 2011)