Gestione e promozione delle attività di sensibilizzazione della società civile

Promozione della partecipazione della comunità sociale ai processi di risocializzazione delle persone sottoposte a sanzioni penali

Promozione e realizzazione di assistenza sociosanitaria ai detenuti ed opportunità lavorative

Autorità:  Cassazione penale  sez. I, Data:  16 novembre 2011, Numero:  n. 45433
 
CARCERI E SISTEMA PENITENZIARIO - Misure alternative alla detenzione e remissione del debito - affidamento in prova al servizio sociale

La sussistenza di un lavoro stabile non è prevista dall'art. 47 dell'Ordinamento Penitenziario come requisito indispensabile per la concessione della più vasta misura dell'affidamento in prova, misura che in presenza di segnali positivi può essere applicata anche in mancanza di attività lavorativa qualora il condannato, nonostante la buona volontà, non riesca a trovare una collocazione lavorativa, ma possa impegnarsi in attività utili, quali il volontariato, come risulta aver proposto lo stesso interessato al momento di formulazione della domanda.