Gestione e promozione delle attività di sensibilizzazione della società civile

Promozione della partecipazione della comunità sociale ai processi di risocializzazione delle persone sottoposte a sanzioni penali

Promozione e realizzazione di assistenza sociosanitaria ai detenuti ed opportunità lavorative

Carceri: Alfano firma protocollo interregionale, “Puntiamo a ridurre sensibilmente la recidiva”


27 aprile 2011
Oggi alle ore 12, presso la Sala Livatino del Ministero della Giustizia, il ministro Angelino Alfano ha sottoscritto l’Accordo interregionale con le seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia e con le province autonome di Trento e Bolzano. Alla firma del protocollo, oltre al Guardasigilli e agli assessori delle regioni coinvolte, era presente anche il capo del DAP Franco Ionta.

L’accordo mira alla realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento dei servizi per il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti ed è stato finanziato con i fondi sociali dell’Unione Europea per un totale di oltre 53 milioni di euro. Il protocollo siglato oggi è aperto a tutte le regioni che intendono partecipare concretamente all’iniziativa. La cabina di regia è formata da rappresentanti del DAP, delle regioni interessate e delle province autonome di Trento e Bolzano.

“Questo protocollo – afferma il ministro Alfano – rientra in un più ampio ventaglio di iniziative che puntano alla sensibile riduzione della recidiva. Tutto questo è possibile grazie alle opportunità lavorative offerte ai detenuti e all’acquisizione di specifiche abilità professionali attraverso dei percorsi di formazione”.

“Questo Accordo – conclude il Guardasigilli – coniuga le esigenze di sicurezza con quanto prevede l’art. 27 della Costituzione, in base al quale la pena deve tendere alla rieducazione e non deve essere contraria al senso di umanità”.